Home / Radio / Interviste / Celeste Caramanna : dalla Sicilia a Londra.

Celeste Caramanna : dalla Sicilia a Londra.

celeaste 2

Quando è stata realizzata questa intervista, Celeste non era ancora salita sul prestigioso palco del Barbican Centre di Londra.

Non aveva idea di ciò che sarebbe accaduto di lì a poco: il meraviglioso pubblico che ha riepito il teatro, per il grande musicista Milton Nascimento, l’ha accolta come in un caldo abbraccio sin dalle prime note, una reazione affatto scontata, quando hai il compito di introdurre un Artista, che ha fatto la storia della musica brasiliana nel mondo.

Eppure la nostra ha fatto il suo, trasmettendo la sua emozione sincera, ma con la solidità di un’artista che, sotto le luci dei riflettori, sembra trasformarsi in una veterana, con un’intensità interpretativa che, non posso nasconderlo, mi ha commossa più che mai.

celeste 3

Ma facciamo un passo indietro: questo è un periodo molto felice per la giovane cantante siciliana; il 14 Giugno è uscito il suo nuovo progetto discografico “Antropofagico I”, il primo capitolo di un percorso a tre tappe, che culminerà nell’ep che verrà pubblicato nel 2020 e il cui obiettivo è quello di esprimere al meglio la cifra stilistica di Celeste.

Non è assolutamente un caso la scelta del titolo, come spiega bene la nostra piccola, grande stella: “ Per Antropofagico intendo proprio l’attitudine di prendere tutti i generi musicali che amo e hanno influenzato la mia vita, fagocitarli, farli miei, rielaborarli e restituirli a chi mi ascolta, dopo averli fatti miei, con la mia personalità e le mie sonorità”.

Un percorso di “costruzione” che passa attraverso collaborazioni che sono certamente motivo d’orgoglio: in questo ep, ad esempio, le percussioni sono state affidate al brasiliano Mauro Refosco (già percussionista dei Red Hot Chili Peppers) e il singolo estratto, “La Marinera” porta la firma di Tony Canto : “Quando ho chiesto a Tony cosa avrei voluto sentire nel mio nuovo progetto discografico – spiega Celeste – lui mi ha subito fatto ascoltare questa canzone; in un istante ho subito pensato “questa è la canzone che cercavo”. La storia è molto attuale, parla di una donna che lascia il suo paese, affrontando le onde del mare, le difficoltà della vita, ma con la speranza, nel cuore.“

La speranza dell’ Amore, inteso in senso lato, o forse, solo della dignità.

Una canzone il cui testo entra nelle vene, accompagnato dal suono disegnato da Tony Canto , insieme all’arrangiatore e produttore Tony Brundo e accompagnata da un video, le cui immagini sottolineano il senso di profonda solitudine di questa giovane donna, “La Marinera”, che, come tante (troppe), coltiva il sogno del riscatto sociale o, solo, del diritto alla felicità.

Intanto Celeste, dopo l’open act a Milton Nascimento, prima a Londra e poi ad Amsterdam, si prepara per Parigi, in attesa di rivederla sul palco, ma , FINALMENTE, nella sua Sicilia!

Stay tuned…

(Articolo di Antonella Insabella)                                                                                         Intervista integrale ⬇⬇⬇⬇