Home / Radio / Interviste / “La rondine” porta l’impegno civile a teatro.

“La rondine” porta l’impegno civile a teatro.

 

 

rondine

Orgogliosa di ospitare nel mio Salotto due attori come Lucia Sardo e Luigi Tabita.

Ma anche orgogliosa di poter raccontare il successo di questa pièce “politica”, che parte da un tragico fatto di cronaca, l’ attacco terroristico, che mirava a colpire la comunità lgbt di Orlando, nel 2016 e, come ha sottolineato Luigi Tabita: “E’ uno spettacolo di impegno civile e oggi più che mai c’è la necessità di trattare questi temi. Si parla di terrorismo, di omofobia, di razzismo, di genitorialità. Parla del rapporto genitori-figli, della difficoltà ad interpretare i silenzi, il non detto e, come sappiamo, spesso questa mancanza di empatia sfocia in vere e proprie tragedie.”

Critica e pubblico hanno accolto quasi come una benedizione questo testo, scritto da Guillem Clua ed interpretato magistralmente da una coppia a dir poco esplosiva, anche fuori dal palco.
Ma è in scena che il duetto si anima particolarmente, come racconta Lucia Sardo, nei panni di Marta, insegnante di canto:” Tutto si svolge in tempo reale, durante una lezione di canto nel corso della quale si scopre che i due hanno molte cose in comune, compreso un forte dolore. Ad un certo punto il dialogo diventa una lunghissima litigata, ma in questa litigata c’è un ascolto reciproco, non la volontà di buttarsi la rabbia addosso reciprocamente!”
Del resto è proprio questo il senso di questo spettacolo, un invito alla riflessione, alla comprensione e al dialogo.

La rondine” ha girato l’Italia e adesso torna lì dove è nata al teatro Stabile di Catania (diretto da Francesco Randazzo) dove verrà messa in scena dal 23 al 28 Aprile.

Qui trovate l’intervista Integrale ⬇⬇

(Articolo di Antonella Insabella)