Home / Radio / Interviste / Mahmood…un mese dopo.

Mahmood…un mese dopo.

mahmood

Alessandro Mahmood, 26 anni nato a Milano, mi ha definitivamente conquistata: un animo gentile, nel corpo di un ragazzone alto 1.80.
La prima cosa che noti, quando parli con Mahmood, è l’entusiasmo del giovane uomo che sa di vivere un sogno finalmente realizzato, ma con profonda umiltà.

Quella che, da Gratosoglio, lo ha portato prima ai provini di X Factor, ancora minorenne, poi, nel 2015 ad area Sanremo, successivamente autore di molte canzoni portate al successo da altri colleghi (Elodie e Marco Mengoni, fra gli altri) e, finalmente, a Sanremo.
Rivederlo a distanza di un mese dal Festival, che lo ha travolto con la sua vittoria, confermata da numeri che parlano chiaro (singolo più venduto, album più vendutoper tre settimane di fila, canzone più suonata sulle radio italiane, primo su Spotify, nonchè video con più views fra le canzoni di Sanremo) è stata per me una gioia immensa, che naturalmente ho voluto condividere con il Salotto di RSC Radio Studio Centrale.
E’ decisamente il suo momento e lui, carico di mille emozioni, ma ancora con tanto da dare e da dire sta già pensando in prospettiva, come ci ha raccontanto durante questa chiacchierata, infatti si chiuderà in studio per due-tre giorni, un luogo nel quale, ci ha spiegato, “si rilassa”.

E non è affatto un caso se ha una certa “urgenza di scrittura”, perchè, ci anticipa, il prossimo singolo non sarà estratto da “Gioventù bruciata”. E noi siamo già curiosissimi…

Ecco la nostra bella chiacchierata prima del suo ultimo instore.                                                                                                             

Articolo di Antonella Insabella.