Current track

Title

Artist


Covid: sospensione lotto vaccino AstraZeneca, conferenza stampa Razza

Scritto dail 11 Marzo 2021

CATANIA – L’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, interviene in relazione alla decisione dell’Aifa di vietare l’utilizzo sul territorio nazionale delle dosi del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, dopo la segnalazione di alcuni “eventi avversi gravi” che sarebbero stati registrati in Sicilia.

L’Agenzia italiana del farmaco ha deciso oggi, in via precauzionale, di emettere un divieto di utilizzo del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca – ricostruisce l’agenzia di stampa Ansa. Dosi di questo lotto sono state distribuite in tutta Italia, sono circa 500mila quelle contenute in ogni lotto del vaccino di AstraZeneca. L’Aifa “sta effettuando tutte le verifiche del caso, acquisendo documentazioni cliniche in stretta collaborazione con i Nas e le autorità competenti. I campioni di tale lotto verranno analizzati dall’Istituto Superiore di Sanità” – prosegue l’agenzia. L’Aifa comunicherà tempestivamente “qualunque nuova informazione dovesse rendersi disponibile”.

Danimarca, Norvegia e Islanda hanno già sospeso per precauzione l’uso del vaccino AstraZeneca a causa di segnalazioni di gravi casi di coaguli nel sangue tra le persone vaccinate, una delle quali è morta. “Lo hanno riferito le autorità sanitarie nazionali, chiarendo che, al momento, non è stato confermato che ci sia un legame tra il vaccino e i coaguli di sangue. La sospensione dell’uso di AstraZeneca è programmata per due settimane. Il 22 marzo si farà una nuova valutazione. L’ufficio federale austriaco – prosegue l’agenzia – per la sicurezza sanitaria ha comunicato di avere sospeso la somministrazione del lotto di vaccini AstraZeneca ABV5300 in seguito al decesso di una donna ed il ricovero di un’altra per un’embolia polmonare dopo la somministrazione di due dosi del vaccino”.

Successivamente, anche l’Estonia, la Lituania, il Lussemburgo e la Lettonia hanno sospeso in via precauzionale l’uso dei vaccini provenienti dallo stesso lotto, che conta un milione di dosi ed è stato distribuito in 17 Paesi (Italia esclusa). Hanno ricevuto vaccini dallo stesso lotto anche Bulgaria, Cipro, Francia, Grecia, Islanda, Irlanda, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Spagna e Svezia.

Il Regno Unito, dove sono state finora vaccinate in totale circa 23 milioni di persone utilizzando in misura analoga questo antidoto e quello prodotto da Pfizer, difende il vaccino di AstraZeneca, sostenendo che sia “sicuro ed efficace” come riportato dai dati scientifici.

L’Ema ha dichiarato che il vaccino AstraZeneca non ha provocato la morte di un’infermiera in Austria, in seguito ad un’indagine preliminare. “Al momento non ci sono indicazioni che la vaccinazione abbia causato queste condizioni, che non sono elencate come effetti collaterali di questo vaccino”, ha detto in un comunicato l’Agenzia europea del farmaco, riferendosi anche al caso di un’altra infermiera ricoverata in ospedale dopo la vaccinazione.

Un portavoce della Commissione europea ha dichiarato: “Seguiremo le indicazioni e il parere dell’Ema, che sta monitorando da vicino l’uso dei vaccini nei diversi Paesi”.

Fonte Ansa

Taggato come