Dal 29 settembre al 2 ottobre torna a Catania il festival delle arti di strada

 Dal 29 settembre al 2 ottobre torna a Catania il festival delle arti di strada

Torna a Catania Ursino Buskers, il festival di arti di strada e performative dell’Associazione Gammazita, che dal 2014 porta in città artisti da tutto il mondo. Un grande evento gratuito che, per quattro giorni, il 29 e 30 settembre e l’1 e il 2 ottobre 2022, riempirà il centro storico della città di magia e di arti, lasciando a bocca aperta grandi e piccini in un grande palcoscenico a cielo aperto, a partire dalla tradizionale parata che si terrà proprio il primo giorno, giovedì 29 settembre alle 17:00, e vedrà coinvolti gli artisti della Scuola Popolare di Percussioni Sambazita e tutti i performer che prenderanno parte al festival, con partenza dalla Villa Bellini per arrivare proprio nel cuore dell’evento, il Castello Ursino.

Circo contemporaneo, musica, acrobazie aeree, giochi di fuoco, workshop per adulti e laboratori per bambini e bambine, teatro, bolle di sapone e giocoleria, il  festival, che va sotto il leitmotiv “L’arte unisce le persone”, quest’anno è organizzato dagli attivisti di Gammazita, in collaborazione con l’Associazione Musicale Etnea, con il contributo di Coop Gruppo Radenza e la compartecipazione del Comune di Catania. Alcuni degli spettacoli dell’ottava edizione del Festival fanno parte della manifestazione “Catania Risuona a Sud” finanziata dal Comune nell’ambito del progetto “Palcoscenico Catania. La bellezza Senza confini”, che permette di fare rivivere attraverso le arti le periferie, quali piazza Maravigna e il quartiere San Cristoforo.“L’arte è condivisione, sogno comune, riqualificazione, partecipazione popolare. Unisce e cancella confini, discriminazioni e barriere, stupisce e rapisce”, dicono ad una sola voce gli attivisti di Gammazita che in quest’ultimo mese hanno lavorato giorno dopo giorno per mettere a punto ogni dettaglio di uno degli appuntamenti autunnali più attesi in Sicilia. Lo hanno fatto insieme a decine di volontari che ad ognuna delle assemblee cittadine, che si sono susseguite in queste ultime settimane, non si sono tirati indietro per fare sì che, nella quattro giorni buskers, tutto fili liscio.

Ursino Buskers 2022 sarà un’edizione ecosostenibile, come ormai succede da quattro anni: “L’arte – raccontano da Gammazita – non volta le spalle a nessuno, tantomeno all’ambiente, perché la lotta ai rifiuti oggi è un dovere, per tutti e tutte noi, per il nostro pianeta.” In tutte le postazioni gestite dall’associazione Gammazita

ci saranno infatti solo bicchieri e cannucce in materiale 100% biodegradabile e riciclato, ma l’obiettivo è più grande: per le prossime edizioni “diventare 100% ecosostenibili”.

Per la quattro giorni buskers saranno 15mila i metri quadrati chiusi al traffico, 5le aree eventi, 2 parate nel centro storico con Sambazita e gli artisti del festival, 30 e più le compagnie e gli astisti di tutto il mondo, decine di spettacoli gratuiti ogni giorno e ancora workshop per adulti e laboratori per bambini, street market, esposizioni d’arte, street food & beverage.

Ursino Buskers è un festival sociale ideato, organizzato e sostenuto dal basso che mira a restituire alla città di Catania uno dei suoi quartieri più antichi e suggestivi e che trasforma spazi pubblici abbandonati e degradati in luoghi magici e di socializzazione. Tutti gli spettacoli, come da tradizione, saranno gratuiti, ma alla fine di ogni evento verrà esposto l’ormai famoso Cappello, simbolo dello scambio tra artista e spettatore, all’interno del quale potrà essere lasciata un’offerta come riconoscimento dell’esibizione. Un Cappello sarà presente anche all’Info Point del Festival, mentre da Gammazita saranno presenti dei salvadanai, per partecipare e contribuire a tutta l’organizzazione.

Digiqole Ad Digiqole Ad

Potrebbe interessarti

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE