Current track

Title

Artist


Vizi e virtù del Marconi: l’istituto visto da studenti e prof

Scritto dail 17 Novembre 2021

Riflettori puntati sulle scuole. Il crollo del tetto di cinque giorni fa al Boggio Lera potrebbe aver prodotto un risvolto per far finalmente concentrare l’attenzione sulla sicurezza degli edifici del territorio catanese. Manutenzione mancante di tetti e muri ricoperti di muffa e umidità, corridoi e cortili esterni allagati, spazi verdi e servizi igienici non curati, sono solo alcune delle problematiche.

Tuttavia, a farne spese sono gli studenti e tutto il corpo scolastico che, quotidianamente, si recano in una struttura che presenta senza dubbio qualche criticità e che sono in tanti a chiedersi se non abbia bisogno di interventi di messa in sicurezza. Una condizione di incertezza che si somma alle carenze lamentate dagli studenti e dai docenti sul materiale didattico.

Riportate qui sotto alcune interviste fatto al corpo docenti e studentesco ai quali abbiamo chiesto i pro e i contro della struttura del Marconi, mantenendone ovviamente l’anonimato.

Parcheggio ok, male i bagni

La struttura della scuola è buona nel senso che c’è il parcheggio ampio, gli ambienti puliti, ottima strumentazione. I contro della struttura sono i servizi igienici da rivedere, specialmente quelli dei ragazzi.” Tra i commenti.

“Nella scuola ci sono pochi bagni femminili e per quei pochi non viene mostrata nessuna cura, tant’è che su 5 bagni solo 1 è accessibile, mentre nel secondo plesso abbiamo 2 bagni di cui sono 3 utilizzabili e il resto no.”

“Dato che si tratta di un istituito tecnico, abbiamo un’organizzazione su vari livelli e questo ci dà una possibilità di offrire una maggior offerta formativa. Cambierei della struttura i tempi”, commenta un docente.

Più colori

Pro e contro della struttura: pro la posizione, il giardino, vorrei che la struttura fosse un po’ più colorata soprattutto nelle giornate scure, i colori danno vita, proporrei anche la personalizzazione della classe, meno grigio perché ti fa venire la depressione, una maggiore cura delle tubature, dato il riporto di danni causati dall’umidità che soprattutto negli ultimi piani, dove i muri e i tetti sono pieni di muffa.”

Manutenzione

“Secondo me è stata disposta troppo poca attenzione, sia all’esterno sia all’interno della struttura, c’è una mancanza di igiene inoltre la suddivisione delle classi è fatta male. Manca la manutenzione: infatti abbiamo trovato il tetto bucato a causa delle forti piogge.” 

 

Di Sofia Greco e Antonio Ecora